Serbatoi interrati: normativa, caratteristiche e soggetti coinvolti

Linee guida e obblighi da rispettare per la corretta gestione e manutenzione

serbatoio fuori terraSerbatoio da interrare

I serbatoi interrati, ovvero quei contenitori di stoccaggio che non risultano  totalmente visibili e ispezionabili dall'esterno, comportano responsabilità civili e penali. Il mancato rispetto degli obblighi previsti dalla fase di costruzione a quella di dismissione rappresenta un rischio per ambiente, sicurezza e qualità del prodotto stoccato. La normativa in materia di serbatoi interrati in Italia può risultare articolata e di difficile interpretazione, a causa della sovrapposizione di norme statali e regionali e il coinvolgimento di diversi soggetti. 

 

Che cos'è un serbatoio interrato?

Un serbatoio interrato è un contenitore di stoccaggio che non è visibile e totalmente ispezionabile dall'esterno.​

Sono considerati serbatoi interrati anche quei serbatoi che appoggiano sul suolo in quanto non ispezionabili completamente dall'esterno.

I serbatoi interrati comportano, oltre che oneri economici, responsabilità civili e penali perciò è d'obbligo il rispetto delle norme e delle linee guida dalla loro costruzione alla loro dismissione.

Perché è importante una corretta gestione e manutenzione dei serbatoi interrati?

Una corretta gestione dei serbatoi interrati è importante per mantenere buona la qualità del carburante o combustibile ed è inoltre fondamentale per evitare contaminazioni ambientali e per garantire adeguati livelli di sicurezza

Il rispetto delle normative in materia di serbatoi interrati è fondamentale per ridurre i  rischi a livello di: 

  • QUALITÀ DEL PRODOTTO CONTENUTO 
    Alcune buone pratiche, come ad esempio il rilievo dell' acqua libera sul fondo, permettono di rallentare drasticamente i processi di degradazione che alterano la qualità del prodotto contenuto e possono causare danni ai motori, alle apparecchiature ed al serbatoio stesso.
  • AMBIENTE
    Gli obblighi invece delle prove di tenuta e delle verifiche di integrità salvaguardano dal danno ambientale; la mancata effettuazione di verifiche su serbatoi datati e in condizioni di criticità può infatti prefigurare una condizione di potenziale rischio da sottoporre ad adeguati approfondimenti.
  • SICUREZZA
    È inoltre molto importante adottare tutte le misure possibili per evitare sversamenti accidentali che possono generarsi, ad esempio, per un’errata manovra di carico, per il malfunzionamento dei sistemi di controllo, per l’involontaria rottura di tubazioni o di sistemi di contenimento. Tali accadimenti sono soggetti all’avvio delle procedure previste all’art. 242 del D.Lgs 152/06 – Procedure operative e amministrative in caso di inquinamento.

Di seguito alcune immagini rappresentative di una corretta gestione e manutenzione:​

Pozzetto asciuttoPozzetto asciuttoAssenza di acqua libera e morchia sul fondoAssenza di acqua libera e morchia sul fondo

E altre immagini rappresentative degli effetti di una gestione e manutenzione migliorabile:

pozzetto da aspirarepozzetto da aspirareAcqua libera sul fondoAcqua libera sul fondomorchia sul fondoConsistenza morchia sul fondo

ruggine su passo duomoruggine su passo d'uomomorchia sul fondo serbatoiomorchia sul fondo serbatoioforo sul fondo serbatoioforo sul fondo serbatoio

I serbatoi interrati dalla costruzione alla dismissione: cosa prevede la normativa fase per fase

In sintesi, dalla loro costruzione alla dismissione, i serbatoi interrati devono essere:​

  • progettati, costruiti e installati in base al regolamento d'Igiene del comune in cui si opera, o da regolamento della Regione Tipo, o dalla specifica normativa settoriale per gli stoccaggi di prodotti petroliferi e sostanze chimiche, tenendo conto delle prescrizioni di Vigili del Fuoco
  • dotati di un documento contenente la descrizione delle caratteristiche costruttive e d’uso del serbatoio stesso e di un registro su cui vengono annotati gli esiti dei controlli periodici da presentare, su richiesta, alle autorità di controllo o di soccorso​
  • soggetti a verifica della tenuta del serbatoio e dell'integrità strutturale secondo le tempistiche stabilite dalle autorità competenti in materia
  • sottoposti ad eventuali opere di adeguamento, bonifica e risanamento in funzione degli esiti dei controlli​
  • dismessi secondo i criteri di intervento e comunicazione disposti delle autorità competenti​

Inoltre i serbatoi di prodotti sottoposti ad accisa (gasolio, benzina, gpl, etc), in funzione della loro capacità e destinazione d' uso, sono soggetti alla licenza di esercizio rilasciata dall'Agenzia delle Dogane ed ai conseguenti adempimenti​.

Le dotazioni necessarie e gli obblighi per i nuovi serbatoi e per i serbatoi esistenti 

I nuovi serbatoi interrati possono essere realizzati nelle seguenti modalità̀: ​

  • a doppia parete e con sistema di monitoraggio in continuo
  • a parete singola metallica o in materiale plastico all’interno di una cassa di contenimento in calcestruzzo, rivestita internamente con materiale impermeabile e con monitoraggio in continuo delle perdite​.

Al fine di prevenire e contenere le perdite, devono essere dotati di: ​

  • pozzetto di alloggiamento del boccaporto di carico opportunamente impermeabile rispetto alle perdite che possono verificarsi durante le operazioni di carico​
  • di un dispositivo di sovrappieno del liquido atto ad interrompere automaticamente il flusso
  • di una incamiciatura o sistema equivalente per le tubazioni interrate connesse all’impianto, prevedendo il recupero di eventuali perdite mediante idoneo sistema di drenaggio in apposito pozzetto impermeabile​
  • di una targa sulla quale vanno riportati i dati identificativi del serbatoio e della sostanza contenuta​.

I serbatoi interrati esistenti, non realizzati secondo quanto sopra, si distinguono in:​

  • Monocamera non risanato​
  • Monocamera risanato ​
  • Tutti i serbatoi privi del sistema di monitoraggio in continuo​.

e devono essere sottoposti a controlli di tenuta, secondo la periodicità̀ stabilita dal Regolamento locale d’Igiene del Comune in cui il serbatoio è installato o, in carenza, dal R.T.I.L. ​

sebatoio doppia camera monitoraggioSerbatoio doppia camera con sistema di monitoraggio continuoserbatoio monocamera non risanatoSerbatoio monocamera non risanatoserbatoio privo monitoraggio guastoSerbatoio privo di sistema di monitoraggio in continuo (guasto)

Chi sono i soggetti coinvolti e quali sono le loro competenze?

 I soggetti coinvolti dalla costruzione alla dismissione sono: ​

COMUNI: che autorizzano l’installazione di nuovi serbatoi, verificano la conformità dei nuovi impianti, dispongono attività di adeguamento degli impianti esistenti​

ASL e COMANDI PROVINCIALI DEI VIGILI DEL FUOCO: a cui competono aspetti relativi alla sicurezza,  tutela sanitaria e di prevenzione degli incendi​

ARPA: che fornisce supporto tecnico scientifico alle amministrazioni competenti, esercita azioni di controllo e di monitoraggio delle matrici ambientali finalizzato alla salvaguardia e alla tutela dell'ambiente​

AGENZIA DOGANE: solo per prodotti sottoposti ad accisa, autorizza l'esercizio in funzione della capacità di stoccaggio e dell'uso​

PROPRIETARI: che effettuano i controlli previsti, custodiscono il registro delle verifiche/manutenzioni effettuate e la documentazione delle caratteristiche costruttive e d’uso​

CONDUTTORE / TERZO RESPONSABILE: che, nel caso non coincida con il proprietario dell'impianto e sia stato contrattualmente nominato, ha la responsabilità di garantire la corretta costruzione, manutenzione o gestione degli impianti o le verifiche ed i controlli di tenuta sugli stessi.​

In caso di emergenza vi è l’obbligo, sia da parte del soggetto responsabile sia del gestore dell’area interessata, di comunicare nell’immediato alla Provincia, al Comune e ad ARPA eventuali situazioni di pericolo concreto, di perdita, di sversamento accidentale, di possibile o accertata contaminazione (secondo quanto previsto dall’art. 242 del D.Lgs 152/06 e s.m.i.).

Necessiti di consulenza sui serbatoi interrati? 
Per qualsiasi domanda siamo a tua disposizione! Senza alcun impegno!

INFORMATI ORA!