Proliferazione batterica e degradazione dei gasoli: ecco i casi più significativi e le costanti emerse dai nostri interventi di ripristino

Contattati per analisi e consulenza in merito a problematiche generate dalla qualità del gasolio, dal 2014 siamo intervenuti su circa 180 serbatoi con capacità comprese tra 200 e 2.000.000 di litri.

I problemi, in molti casi in relazione fra loro, che emergono dalle analisi di laboratorio sono in gran parte riconducibili a proliferazione batterica, degradazione del gasolio, presenza di acqua e/o morchia sul fondo dei serbatoi.

Posto che ogni caso presenta le sue particolarità, troverete di seguito alcune situazioni reali che possono aiutare a comprendere le diverse problematiche riscontrate ed a mettere in evidenza alcune costanti al fine di prevenire il degrado del carburante..

 

Alghe nel gasolio: additivi antialghe a confronto

Il serbatoio a servizio di un gruppo elettrogeno di emergenza conteneva circa 18.000 lt di gasolio stoccato da tempo e si voleva verificarne la qualità.

Nelle foto che rappresentano due campioni, fondo e filante, prelevati dallo stesso serbatoio appaiono evidenti la degradazione e la sedimentazione dei depositi e dell’acqua sul fondo..

antialga bios esiti analisi caso 1 a Campione di gasolio prelevato da fondo serbatoio

Gli esiti delle analisi di laboratorio attestavano:

  • sul fondo valori di acqua >100 mg/kg (contro max 0,020), contaminazione totale >30 mg/kg (contro max 24) e carica microbica totale >5.000 Ufc (contro max 1.500)
  • sul filante carica microbica >1.670 Ufc (contro max 1.500)

Gli altri parametri invece presentavano buoni valori, per cui è stato possibile recuperare il gasolio.

Sul campione di gasolio sono stati effettuati test per comparare l’efficacia di additivi biocida di marche diverse.

GROT71 comparazione biocidi

A fronte dell’analisi di laboratorio comparativa siamo intervenuti con biocida GROT71 per la carica microbica, con stabilizzante/antiossidante ANTIOX BIOS8006 per la contaminazione totale, con filtrazione per l’eliminazione dell’acqua.

 

Antialghe per gasolio in distributore stradale: test sull’efficacia del trattamento

Il proprietario di un distributore stradale si è rivolto a noi lamentando problemi di proliferazione batterica: nonostante stesse utilizzando un biocida, continuava a trovare nei filtri antistanti l’erogatore del materiale morbido di colore marrone

Seguono alcune immagini, tratte da nostri interventi, esemplificative del problema descritto:

alghe nel gasolio filtroFiltro spia gasolioalghe nel gasolio filtro 2Cestello filtrante erogatore intasatoalghe nel gasolio filtro 3Cestello filtrante erogatore intasato

Considerando che la proliferazione batterica era certa, non abbiamo eseguito le analisi e abbiamo consigliato: 

  • un trattamento con biocida GROT71, indicando i dosaggi da inserire nelle cisterne in occasione dei carichi (dosaggi a decrescere dopo i primi due)
  • un controllo finale del fondo dei due serbatoi.

Il gestore, già dopo il primo trattamento, ha constatato la variazione di colore dei residui sul filtro da marrone (alga viva) a nero (alga morta). Nell’arco dei successivi 40 giorni ha monitorato i filtri trovando sempre meno residuo organico morto.

GROT71 carica microbica totale 13 12 18 

Gli esiti delle analisi hanno confermato l’efficacia del trattamento con antialghe GROT71 e l’abbattimento completo della carica microbica.

Abbiamo consigliato quindi di sospendere l’additivazione con biocida e di proseguire con additivo antiossidante e stabilizzante ANTIOX BIOS8006, che migliora la stabilità e previene degradazione e proliferazione batterica.

Nei successivi 4 mesi non sono state necessarie operazioni di pulizia dei filtri

 

Additivi antiossidanti, stabilizzanti e antialghe nella manutenzione dei serbatoi: i risultati sui parametri di qualità del gasolio

Su di un serbatoio che stiamo curando da 5 anni, siamo intervenuti con un additivo antiossidante stabilizzante su gasolio bio-free di nuova fornitura. 

I grafici che seguono rappresentano l’andamento dei parametri di carica microbica totale, stabilità, filter blocking tendency (FBT), contaminanti totali e acqua nel serbatoio sopracitato. 

All’ultimo controllo, tali parametri sono risultati migliori rispetto a quelli della maggior parte dei gasoli in commercio.

GROT71 controllo parametri cmt

contaminanti totali gasolio 

Filter blocking tendency analisi gasolio

  Stabilità del gasolio analisi 

I grafici dimostrano che intervenendo con modalità e prodotti idonei si possono evitare molte delle problematiche sopra descritte.

Nell’ultimo triennio sono in crescita le analisi e le consulenze su campioni di gasolio provenienti da sequestri, carburante non garantito dai controlli di filiera e spesso alterato per agirare i controlli fiscali.


Qui i risultati dei test di laboratorio relativi all’impiego di un additivo antiossidante stabilizzante, nel ripristino dei parametri importanti per un utilizzo in sicurezza.

 

PROLIFERAZIONE BATTERICA E DEGRADAZIONE DEL GASOLIO CONTATTACI, ABBIAMO LA SOLUZIONE!

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo il Reg. UE 2016/679
Acconsento all'invio di materiale informativo o promozionale (facoltativo)

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com